Simonit&Sirch Preparatori d’Uva


Simonit& Sirch Preparatori d’uva, maestri di potatura dei vigneti, sono consulenti di oltre 150 fra le principali cantine italiane e straniere, fra cui Château d’Yquem l’unico vino al mondo ad avere la qualifica di “Premier Cru Supérieur”, Château La Tour, Moët & Chandon. Con l’Università di Bordeaux hanno creato il primo diploma al mondo di potatura delle vigne. Marco Simonit e Pierpaolo Sirch, i fondatori del gruppo, hanno messo a punto un sistema di potatura ramificata della vite, in grado di rendere più sane le piante e quindi di allungarne il ciclo vitale. Il Metodo Simonit&Sirch è oggi studiato da Università e istituti di ricerca internazionali ed è applicato nei vigneti delle più importanti aziende mondiali.

www.simonitesirch.it


COMUNICATI

Sono aperte le iscrizioni al nono anno della Scuola Italiana di Potatura della Vite

Sono aperte le iscrizioni al nono anno della Scuola Italiana di Potatura della Vite

Da novembre 2017 in 16 sedi (fra cui la prima in Croazia) la 9° edizione della Scuola Italiana di Potatura della Vite

Simonit&Sirch Preparatori d’Uva in finale al Wine Spectator Video Contest

Simonit&Sirch Preparatori d’Uva in finale al Wine Spectator Video Contest

Il video di Simonit&Sirch Preparatori d’Uva è in finale al prestigioso Wine Spectator Video Contest.

Rai2: Signori del Vino, Marco Simonit è l’“inviato nelle vigne”, riparte il viaggio

Rai2: Signori del Vino, Marco Simonit è l’“inviato nelle vigne”, riparte il viaggio

Dal 9 settembre riparte il viaggio alla scoperta dei vitigni italiani. Marco Simonit ancora “inviato nelle vigne”

Presentato oggi al Vinitaly, dall’autore Marco Simonit, il Manuale “Cordone speronato”

Presentato oggi al Vinitaly, dall’autore Marco Simonit, il Manuale “Cordone speronato”

In libreria “CORDONE SPERONATO”, Manuale di Potatura della Vite firmato da Marco Simonit

Dendrochirurgia: la nuova frontiera per salvare i vigneti dal mal d’esca

Dendrochirurgia: la nuova frontiera per salvare i vigneti dal mal d’esca

Risultati sorprendenti: il 90% delle piante operate torna pienamente produttivo