Indice Bigot


Giovanni Bigot Agronomo esperto in viticoltura biologica


Agronomo ricercatore dal 1998, Bigot è consulente di alcune delle migliori cantine d’Italia e per i Consorzi DOC della Regione FVG. Grazie ad anni di ricerca, alla creazione di un protocollo di monitoraggio ottimizzato per ogni area e all’esperienza pluriennale maturata in prima persona nel monitoraggio del vigneto, ha messo a punto e brevettato l’Indice Bigot, un metodo di valutazione del potenziale qualitativo di un vigneto, e ha creato l’applicazione per smartphone “4GRAPES” specifica per il monitoraggio intelligente del vigneto. Questa APP è stata collaudata anche nell’ambito di diversi progetti nazionali ed esteri. Le aziende viticole con cui collabora e le Regioni che adottano questo sistema di monitoraggio, possono vantare una precisa mappa della storia agronomica e fitosanitaria, con una grande quantità di annotazioni georeferenziate sui monitoraggi dei parassiti, sui dati di vigoria e caratteristiche agronomiche dei vigneti, tutto sempre a portata di mano.

Formatore nell’ambito di numerosi corsi dedicati alla sperimentazione in campo e all’innovazione in viticoltura, Giovanni Bigot è docente esterno dal 2010 nel corso di Difesa in viticoltura biologica della Facoltà Agraria di Udine. Più di 50 le pubblicazioni scientifiche con peer review, tra cui testi dedicati alla conoscenza del vigneto e allo studio della sua biodiversità, compresa quella del microbioma del suolo in collaborazione con dott.ssa Anna Benedetti del CREA di Roma.

Referente e coordinatore dei tecnici di lotta integrata vite della Regione FVG dal 2012, è promotore di progetti di sostenibilità e ricerca in viticoltura. Esperto nella cura del Sauvignon in Italia e all’estero, è coautore del libro “La Coltivazione del Sauvignon in Friuli”.

Amministratore unico della società Perleuve Srl dal 2012, con un Master in Lean Management. Infine giocatore di rugby, sport che lo ispira nella tenacia, nella passione e nella forza utili a spronare la sua squadra e i collaboratori. In due parole, quello che all’esterno definiscono un enhanced agronomist.


Per informazioni
www.perleuve.it


COMUNICATI