Azienda Vinicola Metinella a Montepulciano


SCARICA IL TESTO > Az. Vinicola Metinella a Montepulciano


Giovane e dinamica azienda di Montepulciano
Vini unici per celebrare la magia di un territorio

L’azienda vinicola Metinella di Montepulciano (SI) in Toscana, si trova nel cuore di una delle regioni vitivinicole più importanti e conosciute d’Italia, in una terra dalla bellezza unica dove storia, arte e natura si intrecciano con armonia e vivacità. Vocazione dell’azienda è creare vini di qualità, ad iniziare dal celeberrimo Nobile di Montepulciano, a cui è riservata la maggior parte della produzione. Per realizzarli, si utilizzano uve proprie, nobili e tradizionali, coltivate sui  fianchi delle colline che degradano dolcemente in Valdichiana.

Di proprietà dell’imprenditore bresciano Stefano Sorlini, Metinella nasce sul finire del 2015 dalla fusione di due aziende ubicate nel cuore del comprensorio votato ai vigneti del Nobile. Due realtà situate a pochi chilometri l’una dall’altra, ma con caratteristiche molto diverse per suolo, esposizione, altitudine, microclima, il che conferisce ai vini di Metinella complessità e carattere unici. La tenuta si estende oggi su un’area di 22 ettari, di cui 18 vitati, distribuiti dai 350 ai 550 metri di altitudine. I terreni sono franco sabbiosi di origine pliocenica e godono di una esposizione ottimale da est a sud. Vi sono piantate vigne di Sangiovese, Mammolo, Colorino, Canaiolo e ulivi.

“Montepulciano è una terra straordinariamente vocata alla viticoltura, un ambiente unico, un luogo di antica e gloriosa tradizione nella produzione vinicola verso cui nutriamo un grande rispetto e un grande amore – racconta Stefano Sorlini – Perciò abbiamo scelto di lavorare nel completo rispetto della natura, escludendo ogni forzatura e l’utilizzo di prodotti chimici. In questi primi anni, ci siamo impegnati moltissimo sia in vigna che in cantina, per ottenere il meglio dalle nostre uve e creare dei vini di spiccata personalità, che esprimano al meglio il terroir.”

I vigneti

I vigneti sono stati completamente rinnovati e riqualificati attraverso spostamenti e riallineamenti, sostituzioni delle vecchie strutture di sostegno, drenaggi e riprese di pendenze che si erano rovinate nel tempo. Sotto le viti, sono state seminate essenze in grado di apportare naturalmente sostanza ai terreni. E’ stato estirpato un vecchio vigneto per poterlo reimpiantare nel massimo rispetto dei vitigni richiesti per ottenere un Nobile veramente tale, come la tradizione impone. La coltivazioni delle vigne e dell’oliveto è seguita quotidianamente e ogni fase delle lavorazioni avviene solo ed esclusivamente nel momento giusto, col massimo rispetto delle esigenze naturali. Il carico delle gemme è regolato tramite la potatura, la cernita comincia dall’inflorescenza, la vendemmia manuale avviene dopo una attenta analisi dei livelli di maturazione dei frutti e in più tempi, al fine di cogliere la bacca nel momento di migliore maturità fenolica.

La cantina

Anche la cantina è stata totalmente rinnovata, grazie all’istallazione di un impianto per il controllo della temperatura e dell’umidità della bottaia, alla sostituzione delle botti – ora di rovere da 25 e da 50 ettolitri, formato ideale per ospitare il vino durante la conversione malolattica e il successivo affinamento – e di tutta l’attrezzatura.  La cantina è visitabile ed accoglie gli enoturisti per visite guidate e degustazioni su prenotazione.

Il wine shop, l’agriturismo, i tour

Il Wine shop, elegante e minimale, con il bancone ricavato dall’assemblaggio di doghe di vecchie botti, si trova all’accesso della cantina, che si vede immersa nella penombra al di là di una grande porta vetrata. E’ aperto, senza necessità di prenotazione, per degustazioni e acquisti dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 17.00.

Sopra la cantina, una grande sala con camino che si apre all’aperto con terrazza panoramica e pergolato, ospita i tavoli dell’Agriturismo aziendale, dove vengono proposti piatti leggeri e salutari a base di prodotti locali e verdure dell’orto, in una personale e contemporanea interpretazione della cucina tradizionale toscana.

A Metinella vengono organizzati tour di varia durata e tipologia con visite guidate alle vigne e alla cantina; passeggiate nei vigneti a piedi, bici, jeep o a cavallo; tour di approfondimento sull’evoluzione del vino in invecchiamento con degustazione da botte del Vino Nobile di Montepulciano. Il tutto, con degustazioni finali e la possibilità di degustare i piatti proposti dall’agriturismo abbinati ai vini aziendali.

I vini

Cinque i vini dell’azienda, che riprende nel nome quello dei primi appezzamenti acquistati da Stefano Sorlini, e riporta sull’etichetta la silhouette dei due cipressi che svettano sul viale d’ingresso.

Portabandiera di Metinella è Burberosso, Vino Nobile di Montepulciano DOCG, che viene prodotto tenendo fede alla tradizione dell’antico disciplinare, che prevedeva il 90% di Sangiovese, in questo caso Prugnolo Gentile, clone di Sangiovese presente esclusivamente in Toscana. A comporre il restante 10% concorrono per il 5% uve di Canaiolo e per l’altro 5% uve di Mammolo. Con plurimi passaggi in vigna in fase di vendemmia, si raccolgono volta per volta solo i grappoli con la maturazione fenolica ottimale in grado di dare un prodotto di eccellente qualità. L’affinamento, per un vino elegante come il Burberosso, avviene in botti di rovere da 25 a 50 hl per in minimo di 18 mesi. La successiva sosta in vetro permette un ulteriore affinamento finale.

Selezione di Vino Nobile di Montepulciano DOCG è 142-4, prodotto esclusivamente da uve di Prugnolo Gentile, il cui nome si riferisce alla particella del vigneto Pietra del Diavolo da cui provengono: ovvero il concetto di terroir applicato nel più rigoroso significato del termine. Il suolo, particolarissimo, di questo vigneto è formato da stratificazioni rocciose a pochi centimetri dalla superficie, che obbligano le radici delle viti ad espandersi in larghezza anziché in profondità e quindi catturano ogni più particolare profumo derivante dal terreno.

Rossodisera è l’interpretazione che Metinella dà del Rosso di Montepulciano, alla ricerca di un vino che non fosse vassallo del Nobile di Montepulciano, ma che avesse un carattere e un’identità propri e ben definiti.

Rossorosso è un Cabernet in purezza, prodotto da uve provenienti da vigne collocate a diverse altitudini e quindi con caratteristiche completamente diverse, in modo da ottenere un blend di alto profilo organolettico dal bouquet intenso e tipico.

Ombra, Toscana Bianco IGT, è l’interpretazione alternativa della vinificazione del Sangiovese, dalle cui uve è interamente composto. Il risultato è un vino bianco fresco, piacevole, gaio, dal bouquet aromatico di sentori floreali.

Ora è un Vinsanto del Chianti DOC, fra i più tradizionali vini toscani. Viene prodotto con Malvasia, Trebiano e Grechetto, le cui vengono raccolte a mano e fatte appassire per 4 mesi prima della torchiatura.

A firmare i vini dell’azienda è Andrea Marzoni, noto enologo toscano.

Particolare e unica la bottiglia che li racchiude, di forma troncoconica, che Metinella è l’unica azienda italiana ad usare. Bianca ed essenziale l’etichetta, con il nome del vino pressata nella pregiata e spessa carta filocotone, che richiama la naturalezza dei vini di Metinella.

L’olio e la grappa

Accanto ai vini, Metinella produce anche il pregiato Olio Extravergine di Oliva Verdeoro e Finoinfondo, aromatica e preziosa Grappa di Nobile di Montepulciano.


Azienda agricola Metinella: Via Fontelellera 21/A – 53045 – Montepulciano (SI)
Tel +39 0578 799139 – www.metinella.itinfo@metinella.it


 

Condividi con